Conte di Saint Germain: realtà o leggenda?

saint germain

Parlare del conte di Saint Germain in una biografia sul conte di Cagliostro è doveroso; simili figure, ammantate quasi di leggenda, assai raramente appaiono insieme nella Storia, e i pochi rapporti che intercorsero tra di loro sono più misteriosi della loro stessa esistenza.

Non ci sono testimonianze; l’unica vera riguarda il loro incontro ad Altona, nell’Holstein, dove il conte soggiornava ospite del Principe di Assia-Kassel.

Qui si recò Cagliostro nel mese di febbraio del 1778 con la moglie Serafina per raccogliere dalla viva voce del Maestro i consigli per il suo compito terreno, per avere la conferma delle sue potenzialità energetiche, e per far avere a Serafina la consapevolezza del suo ruolo accanto al conte.

Sicuramente, come riportato dalle cronache del tempo, riuscì nel suo intento.

In seguito, le strade si divisero, e ognuno seguì il proprio destino.

Cos’altro si dissero in quell’occasione? Nessuno lo sa.

Quando due spiriti evoluti si parlano, sicuramente si tratta di argomenti profondi.

Ma a noi non sono rimaste altre tracce.

La vita stessa del conte di Saint Germain, dalla nascita fino agli episodi, non si sa se veri o inventati, narrati dai contemporanei, ci lascia perplessi.

Non molte sono le biografie attendibili sulla sua figura; la migliore, la più documentata, e – forse – la più vicina alla realtà, è quella di Paul Chacornac. Lasciamo alle sue parole il piacere di soddisfare la nostra curiosità sull’illustre personaggio, tanto mitico quanto sconosciuto.

Qui basterà accennare a due episodi: innanzi tutto che il conte di Saint Germain, nella sua lunga vita, tra gli altri illustri personaggi, conobbe direttamente anche il napoletano Raimondo di Sangro, Principe di San Severo, massone, alchimista ed esoterista; in secondo luogo, che i soldati del generale Massena nel gennaio del 1798 trovarono tra gli incartamenti appartenuti al conte di Cagliostro, e ancora giacenti in Castel Sant’Angelo, una copia di un libro attribuito al conte di Saint Germain: La Très Sainte Trinosophie, che tratta di Alchimia e Cabala.

Quale nesso tra questi fatti e il destino del conte di Cagliostro? Forse la risposta si trova proprio nella Très Sainte Trinosophie, e precisamente alla fine della pagina 40.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *