6 rimedi omeopatici per i disturbi femminili

Uno dei capitoli più interessanti della Medicina Omeopatica è quello riguardante l’apparato genitale femminile nei suoi molteplici aspetti, vuoi fisiologici, vuoi, più frequentemente, patologici.

volto di donna disegnatoInfatti, molti sintomi riportati nel grande Repertorio omeopatico del dottor J. T. Kent (1849-1916) si riferiscono proprio alle manifestazioni ostetrico-ginecologiche nelle varie fasi della vita: dalla pubertà (ad esempio, la leucorrea, o perdite bianche), al ciclo mestruale della donna adulta (la sua frequenza, durata, e tipologia, e la qualità del dolore con l’irradiazione); dalla gravidanza (in particolare, la tendenza all’aborto oppure l’evoluzione della stessa), fino al parto (come la “difficoltà espulsiva”, il “secondamento“ e la patologia della placenta), e al puerperio (l’allattamento, le perdite vaginali, ecc); per arrivare alla menopausa con le sue “perdite atipiche”, oppure con le altre anomalie del periodo climaterico.

Tutto l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *