La prostata

Questa ghiandola può essere sede di dolore (algie pelvo-perineali) per cause traumatiche dirette e indirette; può infiammarsi (prostatite) per infezioni batteriche e virali delle vie urinarie provocando anche lesioni alle vescicole seminali (vescicolite), all’uretra (uretrite), alla vescica urinaria (cistite) e ai reni (pielonefrite); oppure, può ipertrofizzarsi per alterazioni ormonali causando così, con l’aumento di volume, fenomeni di compressione sulla vescica e sul retto (ipertrofia semplice da adenoma prostatico benigno) e di conseguenza infiammazione e disturbi sia alla minzione sia alla defecazione; a volte può degenerare in neoplasia (cancro della prostata).

Caratteristico e costante in tutte le sue malattie, è il dolore premente nel perineo, alla radice delle cosce, con difficoltà e bruciore durante l’espulsione di urina.

Dopo aver analizzato tutti i sintomi descritti dall’illustre omeopata nordamericano, il dottor J. T. Kent, nella Rubrica dedicata alla PROSTATA del suo famoso Repertorio Omeopatico, possiamo raggruppare le principali malattie della ghiandola secondo questo criterio di gravità…

 

Leggi tutto l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *